9.3 C
Schio

Baskin Schio, Campione d’Europa 2023

In un palazzetto gremito di gente, le squadre dei paesi europei si sono date battaglia in una danza durata tre giorni chiamata Baskin. A Schio, Città Europea dello Sport 2023.

 

Tutti presenti, nessuno escluso. Una cosa mai vista. Perché quando l’Europa chiama Schio risponde. E come risponde. Per la seconda volta di fila in questo 2023, Schio è sul tetto del mondo, merito del PGS Condordia Baskin, diventato Campione d’Europa.

 

Tre giorni importanti per Schio, raccontati dall’Assessore allo sport Aldo Munarini:

 

Assessore, cos’è successo a Schio in questi tre giorni?

È successo quello che potevamo immaginare nella più rosea previsione, ma non ci aspettavamo un riscontro così totalizzante. Il PalaRomare straripante di entusiasmo con i tifosi arrivati da tutta Europa. Schio si è lasciata vivere da questa tre giorni di sport inclusivo facendo sentire a casa questi giocatori speciali accompagnati dai loro familiari per non parlare del tifo locale presentissimo.

 

A chi non conosce il Baskin come lo descriverebbe?

Baskin è uno sport che dà la possibilità a tutti di mettere in campo le proprie potenzialità. Ogni tipo di diversità non rappresenta un limite, anzi, un punto di forza: un’opportunità per tutti.

Il motto del torneo “Insieme senza limiti” sta a significarlo. Un messaggio di grande valore.

 

Un messaggio che racchiude queste tre giornate?

I messaggi che questo sport riesce a trasmettere a noi normodotati sono davvero importanti. Tutto lo sport senza etichette è un accrescimento culturale, in primis per i ragazzi che si sono sfidati, e questa disciplina eleva alla massima potenza: espressione sociale dell’integrazione.

 

Quali sono stati i momenti che l’hanno colpita di più?

Due episodi. Il ragazzo non vedente che ha fatto canestro guidato dal suono di un bastoncino contro il canestro. Non nascondo che la commozione è stata tanta e questo ci fa capire quanto di speciale c’è in ognuno di loro che affrontano i propri limiti con coraggio e tenacia. Il secondo episodio lo attribuisco al grande lavoro di più di 120 volontari che hanno aiutato a rendere unico l’evento: ragazzi delle scuole come interpreti, genitori e ragazzi del PGS Concordia; tutti uniti per far si che questo evento resti nella storia sportiva di Schio onorando al meglio il titolo di Città Europea dello Sport.

 

Com’è stato per Schio accogliere una manifestazione del genere?

È in tutti i sensi uno degli eventi sportivi più riuscito di questi 9 anni del mio mandato e ha dimostrato che la città di Schio è collaborativa e generosa, parole queste del presidente Antonio Bodini, presente con la figlia direttamente da Cremona. Mi sento di dire che i volontari sono stati la componente vincente dell’evento. Il mio compito è quello di dare la possibilità alle associazioni di esprimersi e valorizzare lo sport in tutte le sue forme.

Sono arrivati attestati di gratitudine da tutte le strutture ricettive che hanno svolto un eccepibile lavoro di accoglienza, entusiaste a loro volta di ospitare gli atleti per tre giorni di sport e condivisione. Personalmente dico loro GRAZIE.

 

A conclusione di questo grandissimo evento, quale è l’immagine che porterà nel cuore?

L’immagine che porterò nel cuore per sempre è quella dei ragazzi meno fortunati di noi per cui realizzare un semplice canestro diventa veramente un’impresa incredibile. Vivono con un’emozione e una gioia contagiosa che ti fa capire quanto le piccole cose che noi facciamo tutti i giorni hanno un significato diverso.

 

L’avventura del Baskin termina qui?

Il Presidente Bodini a breve avrà un incontro con le altre Nazioni Europee. Stiamo pensando ad un campionato mondiale con l’aggiunta di altre discipline. Ripeto: lo sport inclusivo non ha limiti e Schio lo ha dimostrato. Penso che su questo modello si possa creare qualcosa di unico dal punto di vista dell’integrazione sociale.

Baskin, un modello da copiare non solo nello Sport ma come stile di vita.

 

 

 

Per un commento a caldo dei giocatori e di tutti i presenti a fine partita clicca su RAI NEWS e su TVA VICENZA.

 

 

Scopri tutti gli altri sport