8.6 C
Schio

Masieracademy 2024, quest’anno SOCIALmente

Il Masieracademy è tornato, quest’anno con un tema su misura per i giovani: SOCIALmente, un binomio fortissimo, alla pari di sport e cultura – che lo contraddistingue dall’inizio del progetto.

 

Ormai tappa fissa per gli studenti, giunto alla sua sesta edizione, come ogni anno ha creato un evento spettacolare, coinvolgendo ragazzi e accompagnatori, dall’inizio alla fine.

 

I social sono stati raccontati da un altro punto di vista, quello meno noto ai giovani, che ha consentito di mettere in luce ciò che sta dietro, perché non tutto è bello e semplice come sembra. Lavoro, costanza e dedizione sono fondamentali, come nello sport e nella scuola.

 

Sei gli studenti premiati, vincitori di una borsa di studio del valore di mille euro ciascuna, per meriti sportivi, scolastici e sociali. A premiarli ospiti da paura: il professor Vincenzo Schettini, il campione Thomas Ceccon e il duo Dose e Dadda. A sorpresa anche il direttore della Ducati, Gigi Dall’Igna.

 

Chiara Mutta del Tron Zanella, per tiro con l’arco e kung-fu; Anna Orsato dell’itet Pasini, per hockey su pista; Chiara Saugo del Garbin, per pattinaggio artistico su rotelle; Marta Battistella del Tron Zanella, per la pallavolo; Federico Uricchio dell’Itis De Pretto, per la vela.

 

Una novità importante quest’anno: la sesta borsa di studio, dedicata a Vivian Borsato, “per riconoscere una ricchezza che spesso lavora in silenzio, che non prende voti importanti, o medaglie luccicanti – spiega Michela Guglielmi – ma è una ricchezza che dal cuore arriva agli altri», assegnata ad Hellen Terzo, arbitro, aggredita lo scorso anno da un genitore durante una partita, che ogni settimana dedica tempo ai ragazzi del Baskin.

 

Grazie Masieracademy per ispirare le nuove generazioni con esempi di eccellenze, positività e incoraggiamento!

 

 

 

  

Scopri tutti gli altri sport