9.3 C
Schio

Il Beretta domina 73-59 Saragozza e si conferma tra le migliori 8 d’Europa

Meraviglioso Beretta! Schianta Saragozza 73-59 e vola ai quarti di finale.

 

Il Beretta si regala un’altra meravigliosa notte europea: domina 73-59 Saragozza, ribalta la differenza canestri e si conferma tra le migliori 8 squadre d’Europa. Addirittura, la settimana prossima, c’è la possibilità di agguantare anche il secondo posto nel gruppo A.

 

Una gara ottima delle orange che conducono dal minuto zero e tengono sempre le avversarie a distanza di sicurezza. Nonostante una serata poco felice al tiro dall’arco (4/15), Schio è riuscito a variare il suo arsenale dei colpi e ha trovato in Juhasz, Reisingerova e Keys punti importanti nella lotta sottocanestro; le solite Guirantes, Parks e Sottana poi, hanno giocato una grande partita sfoderando tutto il loro repertorio.

 

Fondamentale, comunque, la prestazione del Beretta nel primo tempo nel quale ha segnato tanto (45 punti, ben 28 nel primo quarto) e ha sfoderato una grande difesa che ha incrinato la fiducia delle ospiti. Nei secondi venti minuti si è sofferto l’arrembaggio spagnolo ma non è mai stato concesso al Casademont di rientrare sotto gli 8 punti.

 

Uno splendido primo tempo
Scende in campo con estrema determinazione il Beretta che in appena quattro minuti manda a segno già tutto il quintetto (12-6): è in difesa, però, dove le orange danno il meglio di sé, costringendo le avversarie a tiri difficili e recuperando numerosi palloni. Diallo e Ortiz riavvicinano Saragozza (14-12 al 5’) ma 5 punti in fila di Juhasz ridanno margine al Famila. La tripla fuori ritmo di Holesinska tiene due possessi di svantaggio ma il finale è un crescendo rossiniano delle scledensi: Keys, Parks e Reisingerova fissano il punteggio sul 28-16.

 

Nei primi due minuti di ripresa Schio perde qualche giro e coach Dikaioulakos chiama timeout, dal quale se ne esce con un’ottima tripla di Sottana. Fiebich alza il livello della propria prestazione e infila due bei canestri ma le padrone di casa rispondono colpo su colpo. Al 16’, sul doppio errore della tedesca in lunetta, le spagnole catturano il rimbalzo in attacco ma Keys mura il passaggio della stessa Fiebich e lancia in contropiede Verona per il 40-25. Non è il massimo vantaggio perché Reisingerova, immarcabile nel pitturato, lo ritocca sul +16 prima della tripla finale di Holesinska per il 45-32 a metà gara.

 

Sofferenza finale prima della grande gioia
Inizio di ripresa poco lucido del Beretta che prova a colpire a ripetizione dall’arco ma con scarsi risultati scoprendo così il fianco a Fiebich che infila 5 punti consecutivi per il -8. Al 23’ Guirantes sblocca il tabellone orange ma, un minuto più tardi, gli arbitri puniscono Sottana con un fallo antisportivo: Gimeno fa 2/2 in lunetta, subito annullato da un circus shot di Juhasz. La stessa Gimeno si ripete poco dopo con la tripla del 51-42 mentre la terna arbitrale commina a Verona il 4° fallo personale. Il Beretta si affida allora alla sicurezza Reisingerova che appoggia altri due punti e chiude il terzo quarto nuovamente sul +13.

 

Estremamente concitata anche l’ultima frazione con i canestri di Gulbe ed Hermosa, ma soprattutto il fallo tecnico per proteste a Penna, scaraventata via a rimbalzo da un’avversaria: 55-47. Nel momento di massima difficoltà, capitan Sottana prende per mano la squadra: gioco da tre punti prima, e tripla in contropiede su assist di Parks poi Schio vola sul +16 ed il PalaRomare è infiammato, sente che il vento soffia forte nella giusta direzione. Juhasz e Guirantes fanno toccare anche il +19 mentre le solite Fiebich e Holesinka provano a riaprire nuovamente la contesa, almeno per la differenza canestri. Ma il Famila ora usa la testa, difende bene (nonostante i tanti fischi arbitrali) e chiude con un rotondo 73-59. Ancora una volta la società del patron Cestaro entra tra le migliori 8 d’Europa, con un turno di anticipo.

 

Beretta Famila Schio – Casademont Zaragoza 73-59 (28-16, 45-32, 55-42)

Beretta Famila Schio: Juhasz 13, Bestagno 0, Sottana 9, Sivka ne, Verona 8, Guirantes 15, Crippa 1, Parks 11, Keys 6, Penna 2, Reisingerova 8
Casademont Zaragoza: Lacorzana 0, Holesinska 13, Ortiz 2, Pivec 3, Gulbe 3, Gimeno 5, Fiebich 18, Hermosa 2, Atkinson 4, Geldof 2, Diallo 7

 

 

Scopri tutti gli altri sport