21.1 C
Schio

A Schio in scena la 2° Coppa Europa di Baskin

Credit Matteo Broccando

 

Sarà la seconda edizione della Coppa Europa di Baskin, di scena a Schio dal 16 al 18 giugno, l’evento clou della stagione sportiva del PGS Baskin Schio e uno degli appuntamenti più interessanti in agenda di “Schio Città Europea dello Sport 2023”. L’Alto Vicentino si conferma, dopo le Finali Nazionali dell’anno scorso a Isola Vicentina, territorio che promuove i valori dell’ospitalità, dello sport e della solidarietà.

 

In città arriveranno otto squadre da altrettanti Paesi europei (Germania, Francia, Serbia, Belgio, Lussemburgo, Spagna, Grecia e, ovviamente, Italia) che rappresenteranno quanto e come il baskin stia crescendo confermandosi come disciplina di grande appeal. Due i gironi: A al Pala Romare con Serbia, Italia (Schio), Germania, Lussemburgo e B alla Palestra Campus con Spagna, Grecia, Belgio, Francia.

 

«Organizzare una manifestazione di carattere continentale è un impegno piuttosto consistente che ci onora – dice Alberto Marcolongo, dirigente PGS Baskin Schio – e che stiamo affrontando con grande entusiasmo e la giusta dose di adrenalina. Il mio primo pensiero è un ringraziamento a tutti i volontari, quasi ottanta persone, che hanno sposato fin da subito il progetto. Inoltre siamo orgogliosi di avere allacciato la partnership fondamentale con il Comune di Schio e Fideuram San Paolo Invest e consolidare il nostro rapporto, già virtuoso, con le Piscine di Schio e il Famila Basket Schio, quest’ultima in tema di competizioni europee ha un know-how decisamente importante».

 

La conferma nelle parole di Sira Miola, vicentina Vice Presidente dell’EISI: «La ripresa dell’attività sportiva di EISI dopo la pandemia è stata notevole. Da settembre ad oggi sono nate nuove ASD: attualmente il baskin è presente in quasi tutte le Regioni Italiane con 163 Associazioni Sportive iscritte all’E.I.S.I. e circa 5300 tesserati. In Veneto sono presenti 22 squadre e in questo anno sportivo si è svolto il campionato Regionale suddiviso in due gironi Est ed Ovest. La finale fra le squadre qualificate dei due gironi del campionato si è svolta il 14 maggio e al primo posto si è classificata proprio la squadra di Schio».

 

Il Baskin viene giocato anche in Europa e precisamente in Spagna, Grecia, Germania, Francia, Lussemburgo, Slovenia, Croazia Belgio e Serbia e a breve varcherà anche i confini oltre oceano, in Sud America. Molto è l’entusiasmo per la prossima Coppa Europa ,la seconda per il Baskin ma la prima per l’EISI; la prima edizione, infatti, è stata disputata nel 2018 a Bassano del Grappa, confermando così il Veneto come terra di sport e inclusione anche per questo appuntamento di importanza internazionale.

 

Come sottolineato da Sira Miola, il Baskin Schio arriva all’appuntamento fresco vincitore delle Finali Regionali svolte domenica 14 a Mozzecane e quindi con il vento in poppa da un punto di vista motivazionale e agonistico: «Fin qui è stata una stagione sportiva con risultati che hanno sorpreso pure noi – sottolineano dall’equipe tecnica del team scledense – la stagione era cominciata con molti nuovi arrivi e quindi avevamo messo in conto una stagione, per così dire, di transizione. Invece il lavoro in palestra e soprattutto le relazioni che si sono instaurate hanno creato una sinergia che in campo ha portato a questo titolo regionale. Siamo davvero contenti della crescita del gruppo in primis, vero cardine sul quale abbiamo costruito questa annata e che sarà determinante anche per questa Coppa Europa che giocheremo in casa. E questo ci darà un surplus di motivazione ma sempre con grande gioia e curiosità di confrontarci con formazioni straniere».

 

«Questo è il primo dei due grandi eventi all’insegna dell’inclusione che Schio ospiterà in occasione dell’anno europeo dello sport. A ottobre, infatti, sono previsti anche gli Special Games: un iniziativa molto strutturata che coinvolgerà il centro cittadino. Dal punto di vista del turismo sportivo siamo molto soddisfatti perché grazie a queste manifestazioni sono migliaia le persone che arrivano in città e che hanno l’opportunità di conoscere il territorio – aggiunge Aldo Munarini, assessore allo sport – Ci tengo poi a ringraziare i tanti volontari che stanno seguendo l’organizzazione della Coppa Europea di Baskin e più in generale a mettere in luce il prezioso lavoro delle associazioni sportive di Schio, che con impegno e passione continuano a promuovere i valori dello sport».

 

Nell’ambito della seconda edizione della Coppa Europa di Baskin, il 24 maggio Schio sarà anche il punto di partenza di Bask-in-bike. Si tratta di un evento ciclistico con la partecipazione di 9 bikers, che percorreranno 240 km passando per le località in cui il Baskin si è sviluppato particolarmente negli ultimi anni. Da Schio i ciclisti arriveranno il 27 maggio a Cremona, città dove è nata questa disciplina. Ad ogni tappa la delegazione scledense incontrerà le amministrazioni e le società di baskin locali creando così un vero e proprio network di promozione, inclusione e solidarietà.

 

 

Scopri tutti gli altri sport